logo cavaliere immobiliare

La permuta immobiliare

Uno scambio di case fra due proprietari è possibile?

la permuta immobiliare

Come funziona la permuta immobiliare

Essa consiste in un vero e proprio scambio di case tra due proprietari.

Tale modalità di acquisto della proprietà immobiliare è ancora poco conosciuta e quindi poco applicata a Firenze ed in generale in Italia, ma è assolutamente ammessa dalla legge.

Il Codice Civile, infatti, ai sensi dell’articolo 1552, dispone che “La permuta ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all’altro”.

Un motivo per cui questo tipo di transazione immobiliare è poco praticato consiste in un dato puramente oggettivo.

La perfetta coincidenza che deve sussistere tra le esigenze dei proprietari protagonisti dello scambio (esatta tipologia dell’immobile ricercato, zona, reciproche richieste economiche, ecc.).

A differenza della compravendita, la permuta non prevede il pagamento di un prezzo, bensì lo scambio di due immobili. Ovviamente questo avviene solo nel caso in cui i due immobili oggetto dello scambio hanno lo stesso valore o valori molto simili (c.d. permuta pura).

Nella maggior parte dei casi, infatti, i beni immobili scambiati hanno valori differenti e in questi casi il proprietario dell’immobile di maggior valore avrà diritto ad un conguaglio in denaro che va a compensare la differenza di prezzo.

La permuta conviene?

Indubbiamente sì purché ci siano dei presupposti.

La formula dell’acquisto della proprietà immobiliare con permuta permette un risparmio sulle spese notarili.

Infatti, nel caso della compravendita tradizionale, gli atti notarili sono due se si deve vendere e poi ricomprare.

Nel caso della permuta, invece, con un unico atto avviene lo scambio delle due proprietà e le relative spese saranno divise tra le due parti. In sostanza, le spese notarili sono dimezzate.

Grazie alla permuta, è possibile evitare di ricorrere ad un mutuo se l’immobile che si acquista ha un valore o una richiesta economica uguale a quello che si cede, non essendoci in questo caso la necessità di pagare alcun prezzo.

Nel caso in cui vi sia l’esigenza di acquistare un immobile più grande o di maggior valore di quello di cui si è attualmente proprietari, si dovrà versare solo un conguaglio, cioè la differenza tra il valore del proprio immobile e quello dell’altro.

Questa operazione conviene ed è esente da rischi, purché nessuno dei due immobili oggetto di scambio sia gravato da ipoteca.

Se l’ipoteca c’è, l’operazione diventa più complicata.

In questo caso, l’immobile gravato da ipoteca deve essere liberato dal vincolo prima di poter procedere allo scambio.

Ciò può determinare un allungamento della tempistica. Il consiglio, in questi casi, è di rivolgersi ad un notaio con esperienza in questo tipo di transazione immobiliare.

Imposte

Anche l’acquisto della proprietà immobiliare mediante permuta è soggetto al pagamento dell’imposta di registro che viene calcolata tenendo conto dell’immobile con il valore catastale più elevato.

Conclusioni

La permuta immobiliare potrebbe convenire nei seguenti casi:

  • Difficoltà o impossibilità di ottenere un mutuo per l’importo necessario all’acquisto di una casa più grande o di maggior valore.
  • Desiderio di vendere la propria casa vacanze per “cambiare aria” e trascorrere le ferie in un’altra località.
  • Necessità di vendere una vecchia casa di famiglia non più abitata in quanto si risiede in un’altra città per esigenze lavorative, personali, ecc.
Scopri il metodo 90 giorni

Ti aiuto a vendere casa velocemente, fornendoti una tripla garanzia, scopri di più cliccando qui sotto.

Condividi l'articolo se ti è stato utile
Facebook
LinkedIn
Email
WhatsApp